A Moena con la “Scufoneda”

Difficile scegliere tra le tante località sciistiche che l’imponente mole delle Dolomiti avvolge e rende speciali. Ma se, oltre alle piste, si cerca spettacolo e divertimento, Moena è di questi tempi, il posto più adatto. La “fata delle Dolomiti”, infatti, si appresta ad accogliere la tradizionale Scufoneda, nel nome del telemark, una particolare tecnica di sciata con il cosiddetto “tallone libero”, nata in Norvegia a metà del 1800. La manifestazione di Telemark, che si svolgerà dal 7 al 14 marzo, giunge quest’anno alla sua settima edizione e deve il suo nome, nonché la sua nascita, al gruppo degli organizzatori, il Club degli “Scufons del Cogo”. Questo gruppo di telemarkisti si è formato negli anni novanta per iniziativa di cinque ragazzi di Moena, che hanno fatto conoscere a turisti e locali questa tecnica sciistica d’altri tempi. Negli scorsi anni centinaia di amanti della disciplina, provenienti da tutta Europa, si sono dati appuntamento a Moena per quello che è diventato un classico raduno nel calendario degli eventi invernali di tutto il Trentino. Da quel primo gruppo di amici si è sviluppata l’associazione degli Scufons, distinguendosi presto per il grande spirito di allegria ed i costumi tipici locali, utilizzati per sciare e per partecipare alle manifestazioni .La Scufoneda verrà lanciata quest’anno con lo slogan Telemark old style vs tecnologic telemark; con tale titolo, gli Scufons, lungi dal voler realmente contrapporre le sciate telemark in vestiti tradizionali alle discese con abbigliamento ed attrezzatura tecnica, hanno inteso solamente ironizzare sulle diverse anime del telemark, in realtà compresenti in ogni telemarkista. Il bello del telemark è proprio quello di non aver alcuno stile ufficiale imposto e di poter essere interpretato in totale libertà da ciascuno, come recita l’ormai famoso motto Libera il tallone, libera la mente !!!