Castelli aperti

Aprono i battenti i castelli del basso Piemonte: a partire da maggio nelle province di Alessandria, Asti e Cuneo i turisti potranno visitare castelli medievali, palazzi, ville signorili, tenute di caccia, parchi e giardini. Riprende infatti l’iniziativa Castelli Aperti, giunta quest’anno alla nona edizione, nata per valorizzare le tradizioni culturali e storiche, oltre alle bellezze del territorio, che va dall’arco alpino piemontese alla colline delle Langhe, del Monferrato fino alle pianure del Po. Ogni anno 250.000 persone percorrono gli itinerari che si snodano tra declivi e vigneti, visitando i castelli di Barolo e di Grinzane Cavour in provincia di Cuneo, quelli di Cortanze e Cisterna d’Asti nell’astigiano, il monastero di Bormida, la Tenuta del Castello di Razzano in provincia di Alessandria o i giardini di Villa Genova a San Salvatore Monferrato. Moltissimi altri castelli e dimore parteciperanno all’iniziativa, che sarà affiancata dalla rassegna culturale Castelli in scena, con concerti estivi, spettacoli teatrali, mostre e mercatini che rievocheranno suggestive e magiche atmosfere medievali. Il primo maggio si è svolta l’inaugurazione della manifestazione, che prenderà il via ufficialmente a fine maggio e continuerà fino ad ottobre inoltrato.