Cerchietto mania!

Fashon victims di tutto il mondo tenetevi forte: pare proprio che il cerchietto sarà uno dei must-have di questa stagione. Ma non sto parlando di moda per l’infanzia, sebbene l’ultima volta che l’avete indossato, avevate probabilmente sei anni.

Il trend arriva come sempre dagli Usa e la prima star avvistata con l’accessorio in bella mostra è stata la cantante dei Black Eyed Peas. A seguire, manco a dirlo, l’immancabile Paris Hilton, Gwen Stefani, Christina Aguilera e Mischa Barton.

Negli anni ‘ 60 era stato il protagonista assoluto, tra chignon e frange di ogni sorta. Spopolava soprattutto tra le ragazze bene, perché dava un tocco bon-ton. In seguito è caduto nell’oblio ed è stato utilizzato dalle mamme per tenere a bada i riccioli capricciosi delle loro bambine. Alzi la mano chi di noi non ne ha mai indossato uno in tenera età… L’incubo del dolore dietro alle orecchie sembrava finito, eppure… Mai dire mai!

Il cerchietto è davvero il dettaglio del momento. Oltre ad essere un ottimo rimedio contro i capelli in disordine, dà quel tocco in più che serve a trasformare un’acconciatura ordinaria in una très-chic. Provate a immaginare una banalissima coda di cavallo con i capelli tirati tutti dietro. E ora immaginate la stessa pettinatura con un cerchietto dalla doppia fila di strass: tutta un’altra storia. Per non parlare poi dei capelli lasciati sciolti sulle spalle, un po’ ribelli, con la frangia che spunta fuori da un maxi cerchietto tutto nero… Irresistibile.

Adatto a ogni acconciatura, è un accessorio glam e appariscente. Ce n’è per tutti i gusti. Si parte con il modello basic in plastica monocolore, da abbinare al resto dell’abbigliamento. Prada, per la collezione giovanile Miu Miu, li ha proposti in azzurro, giallo e rosa. Non manca quello classico, con toni che vanno dal marrone al beige, dal nero al maculato.

I più cool sono quelli a fantasia: a pois, a righe, con gli strass, con i fiori e persino con gli swarovskj. I più stravaganti quelli con le stampe da safari, modello zebrato, e i più chic, quelli griffati. Chanel predilige i cerchietti in pelle, con logo in posizione centrale. Alviero Martini li ha disegnati con la classica stampa geografica, simbolo del marchio. Lo stesso ha fatto Burberry, che ha lanciato una linea a stampa tartan.

I modelli vanno da quello sottile a quello extra-large. Quest’ultimo pare essere il più gettonato tra le star d’oltre-oceano. Oltre che in plastica, ci sono anche in pelle, in stoffa e in raso.

Questa mania si sta diffondendo a macchia d’olio e non tarderà a spopolare anche da noi. Chi l’avrebbe detto che, dopo Biancaneve, dopo Alice nel paese delle meraviglie, persino dopo Totti, sì, proprio lui, le ultime a portare il cerchietto saremmo state noi?