Cosa è restato di quegli anni ‘ 80?

Sembrava ieri quando Raf cantava la canzone che tutti conosciamo. Ebbene, cosa è rimasto di quell’epoca? Tutto, o quasi tutto, a ben guardare.

Quest’anno il glitter detta legge. Sexi e deciso torna lo stile dello Sudio 54, la regina delle discoteche e delle notti folli e scintillanti. Oro, argento, bronzo: c’è voglia di party nell’aria.

Cominciamo dalle scarpe. Chi l’ha detto che esistono solo gli stivali? C’è sempre un’alternativa. I tronchetti spopolavano venti anni fa e oggi sono tornati ad essere cool. A stiletto, in pelle, in vernice nera e dorata, con tacco rigorosamente alto… Per notti glam e rock. Le décolletée sono adatte alla disco. Intrecciate, borchiate, con cinturino alla caviglia. Ce n’è per tutti i gusti.

Un po’ meno trendy, ma molto rappresentative degli ‘ 80, le sneakers erano le scarpe dei rappers. Oggi le portano tutti, uomini e donne di ogni età. Quest’estate hanno quasi rimpiazzato sandali e infradito, nonostante i trenta gradi all’ombra! In pelle, con chiusura a strappo, verniciate, multicolor, ma anche semplici con il logo della griffe. Ideali sotto i jeans a sigaretta.

Se le borse oversize sono ormai un diktat, la moda riscopre la pochette almeno per le serate di gala. Sono preziose e ultra-piatte, rigide e in metallo, in pelle laminata e Swarovski. Gucci ha proposto dei modelli super eccentrici, in pelle stampa rettile e tessuto jacquard, con la chiusura dorata che richiama il simbolo della maison, e con tanto di manetta. Più che eccentrici, trasgressivi!

Anche l’abbigliamento guarda al passato. I pantaloni sono diventati super attillati, quasi una seconda pelle, stretti in vita e alle caviglie. Le camicie hanno le maniche a pipistrello e stanno spopolando di nuovo la giacca e il pullover. La fantasia va dal rombo al tartan, dai quadri alle righe. L’importante è esagerare.

Tutto deve essere eccessivo: ciglia finte, make up esasperato, perline a profusione, contrasti, asimmetrie, colori fortissimi. L’oro soprattutto è in primissimo piano. Emana luce e splendore ed è il simbolo di quegli anni un po’ frivoli e un po’ kitsch. Pinko ha disegnato una linea di t-shirt con scritta in oro, tempestata di strass dello stesso colore. Sulle passerelle non sono mancati pantaloni total gold. Gli accessori non sono da meno: portafogli dorati, orologi placcati in oro, borsette in pelle con fibbia dorata, anelli oversize e zeppe lamé.

Tocchi metallici, gusto vintage e retrò, voglia di stupire ed esagerare: la generazione di Madonna e Boy George evidentemente ha ancora qualcosa da dire, anzi molto da dire.