CUCINA NATURALE DI GENNAIO E’ IN EDICOLA

CUCINA NATURALE DI GENNAIO E’ IN EDICOLA. Eccoci entrare nel ventisettesimo anno della nostra rivista! Un inizio scoppiettante, ricco di idee, ricette, informazioni e consigli.

Legumi e cavoli, base dell’alimentazione naturale in inverno, sono trasformati in tanti piatti, dalla più semplice crema di lenticchie (beneaugurale!) ai bellissimi tortelli della copertina, ripieni di crema di cavolo nero. Parlano di legumi il servizio Ayurveda oggi di Simone Salvini e le Ricette leggere di Paola Galloni, 3 piatti unici leggeri e veloci da preparare. Cavoli à gogo invece nel servizio Cucina veloce di Barbara Toselli e in quella di Marco Bianchi che si sofferma sulle infinite qualità del cavolo nero, mentre Lisa Casali ci racconta come utilizzare gli scarti di questi ortaggi per preparare un secondo piatto “importante”.

Le grandi ricette orientali non avranno più segreti per voi con il servizio di Cucina sfiziosa di Laura Degortes grazie ai passaggi delle preparazioni, e scoprirete tutto anche del misterioso zucchero di fiori di palma da cocco nell’Ingrediente da scoprire di Carla Barzanò, e riguardo all’uso delle bucce di agrumi nella preparazione di ricette salate e dolci nella Scuola di cucina di Giuseppe Capano.
E ancora: salatini fatti in casa, benessere in cucina, usi cosmetici dell’avocado, questione avena e glutine, il biologico nelle mense, qualità e marche dei migliori extravergine bio, vini bio di Franciacorta, viaggio eco a Vienna, intervista a Gianrico Carofiglio…

Disponibile in allegato il libro Dolci senza glutine. Chi dice che senza la farina bianca non è possibile ottenere buoni dolci? Giuseppe Capano ha sperimentato preparazioni di base, creme, torte, budini, crostate e pasticcini per proporre un ricettario di dolci completamente privi di glutine. La sua scelta, come è quella di Cucina Naturale di cui Capano è autore da tanti anni, è stata di partire da materie prime naturalmente prive di questo complesso proteico, in primo luogo le farine di cereali non glutinosi, per poi usare altri ingredienti come farine di frutta secca o fecola di patate, per fornire a tutti coloro che sono intolleranti al glutine o al frumento una vasta scelta di dolci. La stesura del libro è stata preceduta da lunghe sperimentazioni per trovare le combinazioni di ingredienti che conferiscono alla ricetta la giusta consistenza: che siano paste frolle o sablé, crema pasticcera o impasto per muffin. Come conferma l’autore nelle prime righe del libro “Non c’è dolce che non si possa fare senza glutine”.