DIETA MEDITERRANEA: TOCCASANA PER LINEA E MEMORIA

Che la dieta mediterranea composta principalmente di frutta e verdura, cereali integrali e legumi, potesse essere una componente essenziale per mantenere sano il corpo era già noto ma che fosse determinante per aiutare anche il cervello, ancora non era stato spiegato. A dimostrare i meccanismi che legano la dieta mediterranea non solo per i suoi benefici sulla linea e che ne lodano le proprietà sul cervello, è uno studio condotto i ricercatori della Swinburne University of Technology di Melbourne, in Australia.

Secondo la ricerca in questione, uno stile alimentare di tipo mediterraneo sarebbe in grado di agire sulla memoria a lungo termine, le funzioni esecutive e le costruzioni visive. «Come mai vi è un maggiore legame tra la dieta mediterranea e il rallentamento del declino cognitivo? Perché la dieta mediterranea offre l’opportunità di cambiare alcuni dei fattori-rischio che contribuiscono allo sviluppo delle malattie neurodegenerative», spiega il professore leader dello studio Roy Hardman.

«Ridurre l’infiammazione, per esempio, aumentare i micronutrienti, migliorare l’apporto di vitamine e minerali, cambiare il profilo dei grassi attraverso il consumo d’olio d’oliva come fonte principale di grassi alimentari; mantenere un peso regolare e potenzialmente ridurre un problema di obesità, migliorare il livello di polifenoli nel sangue e l’energia metabolica delle cellule, cambiando anche il microbiota intestinale, anche se quest’ultimo fattore non è stato ancora esaminato nel dettaglio».

Secondo il dottor Hardman, inoltre, il risultato più sorprendente della ricerca riguarda gli effetti sul peso che possono essere riscontrati a livello globale, in diversi Paesi e culture. «Consigliamo a tutte le persone del mondo di cercare di seguire con rigore questa alimentazione, o di cambiare dieta se ancora non lo hanno fatto. E questo vale anche per gli individui di un’età avanzata», ha continuato l’esperto.

Oltre all’olio extravergine d’oliva, la dieta mediterranea si basa sull’abbondante consumo di verdure e frutta fresca, semi, noci e frutta secca, con una quantità ridotta al minimo di carni, soprattutto quelle rosse.Il tutto condito con un minimo di attività fisica. Dietro questa semplice ricetta di uno stile sano di vita ci sarebbe il segreto per la linea e la memoria. La dieta mediterranea è ben nota per essere una dieta sana, ed è associata alla longevità, al benessere, ad una minore incidenza di cancro e malattie cardiovascolari.

E sempre in tema di biologico e dieta mediterranea oggi vi proponiamo le ricette della cucina di Agoranews in collaborazione con l’Azienda Mariangela Prunotto che  ha adottato da tempo il metodo della “Agricoltura Biologica sostenibile” e dal 1995 aderisce al “Programma Agro Alimentare di attuazione del Reg. CEE 2078/92”, l’unico che consente, nel rispetto della natura e del consumatore, di ridurre al minimo il residuo tossico sulla frutta.

 

prunotto

 

Pomodori alle mandorle con crema di scalogni e ceci al basilico

Ingredienti
250 g Ceci Prunotto (lessati )
120 g ricotta
50 g Mandorle
8 Pomodori Pelati Biologici Prunotto
4 Scalogni
1 cucchiaio Pinoli
Olio di oliva extra vergine
Sale

 

Istruzioni

Tostate le mandorle in un pentolino per pochi minuti, senza aggiungere grassi. Lasciatele raffreddare e tritatele grossolanamente. In una ciotola unitele ai pomodori pelati privati dai semi e ridotti in dadini, poi condite con un pizzico di sale e un cucchiaio d’olio.

-Passate i ceci al passaverdure per eliminare le bucce.

-Rosolate gli scalogni affettati a calore medio-basso per 10 minuti, aggiungete i ceci, salate leggermente e insaporiteli per 5 minuti abbondanti bagnando, se necessario, con poca acqua.

-Riunite nel bicchiere del frullatore i ceci e la ricotta, quindi frullate fino a ottenere una crema, aggiungendo, se serve, una-due cucchiaiate d’acqua per renderla più morbida.

-Distribuite i pomodori in 4 bicchieri o ciotoline, copriteli con la crema di ceci, decorate con i pinoli e servite.

 

 

Bocconcini al cavolo riccio con salsa di pomodoro

Ingredienti

1 kg cavolo riccio
300 g Fagioli Borlotti Prunotto (lessati)
200 g Passata di Pomodoro Biologica Prunotto
150 g Tofu
2 porri
2 spicchi Aglio
1 cucchiaio Zenzero fresco grattugiato
1 cucchiaino Timo
olio d’oliva extravergine
Sale
pepe

 

Istruzioni

-Eliminate dal cavolo le coste più dure, quindi sbollentate le foglie per 2-3 minuti, scolandole in acqua ghiacciata. Mettete da parte le 5-6 foglie più coriacee, poi tagliate a striscioline sottili 400 g e tritate grossolanamente le restanti.

-Rosolate dolcemente i porri affettati con 2-3 cucchiai di olio per 10 minuti.

-Riducete il tofu in cubettini. Aggiungete ai porri in padella tofu, fagioli borlotti, zenzero, poco sale e continuate la cottura per altri 10 minuti. Passato questo tempo unite il cavolo tritato e levate dal fuoco dopo 5 minuti.

-Tritate l’aglio, rosolatene la metà con poco olio in un pentolino, aggiungete la passata di pomodoro, salate e proseguite per 5 minuti.

-Quindi rosolate il restante aglio in una padella con uno-due cucchiai di olio, unite le foglie di cavolo riccio a striscioline, il timo, poco pepe e sale, cuocete per 10 minuti a calore basso.

-Frullate finemente il misto al tofu, quindi riducetelo in tante palline leggermente appiattite e adagiatele nel cestino per la cottura al vapore ricoperto con le foglie di cavolo lasciate intere.

-Cuocete i bocconcini al vapore per 5 minuti abbondanti. A questo punto levate il coperchio e aspettate 5 minuti per lasciarli asciugare.

-Stendete a nido il cavolo a striscioline nei piatti, adagiatevi sopra i bocconcini e completate con la salsa di pomodoro.

 

Lasagne di kamut con salsa cruda di pomodoro
Ingredienti
200 g Farina di kamut
100 g Ricotta salata grattugiata
100 g Pangrattato
300 Polpa di Pomodoro Biologica Prunotto
50 g Olive verdi
20 g Pinoli
1 spicchio Aglio
0.5 Scorza di limone grattugiata
6 cucchiaio Olio di oliva extra vergine
Sale
Peperoncino in polvere

 

Istruzioni

Sistemate a fontana la farina con una presa di sale, poi incorporate 150 ml d’acqua fredda lavorando l’impasto fino a quando non sarà liscio e compatto. Se necessario aggiungete altra acqua o farina per una giusta consistenza. Coprite la pasta con un panno e lasciatela riposare per una decina di minuti.

-Riunite in una ciotola la polpa dei pomodori a cubetti, le olive tagliuzzate, i pinoli, l’aglio (sbollentato e privato del germoglio), 4 cucchiai d’olio, una presa di sale e mescolate con cura.

-Tostate il pangrattato in un padellino col fondo pesante insieme a un cucchiaio d’olio, alla scorza di limone e a una punta di peperoncino in polvere. 

-Lavorate l’impasto riposato per 2 minuti e poi stendetelo (a mano o con l’apposita macchina), ricavando dalle sfoglie dei rettangoli di circa 8×12 cm.

-Lessate le lasagne in acqua salata e un cucchiaio d’olio, scolatele al dente e adagiatele su un panno ad asciugare.

-Costruite le lasagne direttamente nei piatti, condendo i vari strati con la salsa cruda di pomodori e una spolverata di ricotta salata.

-Terminate con la salsa e copritela con abbondante pangrattato tostato. Lasciate riposare le lasagne per una decina di minuti prima di servirle.

 

prunotto legumi

SIMILAR ARTICLES