ECCO COM’È LA CASA DEI SOGNI

Il legno e il bianco, che creano ambienti luminosi e minimal, la cucina come spazio aperto e conviviale, il bagno come luogo ricco di piante e terrazzi capaci di raddoppiare il living, trasformandosi così in stanze aggiuntive. È così che immaginiamo la casa dei sogni. Perfetta abbraccia nuance chiare e materiali naturali, il bianco e il legno sembrano essere un connubio ormai irrinunciabile in tutti gli ambienti della casa.

Un mix di colori e materiali che rappresenta bene i gusti degli italiani, soddisfando allo stesso tempo un senso di pulizia e di calore. Il filone del design nordico scandinavo è un trend che ci accompagna da alcuni anni ormai: è capace di unire il rigore minimal del bianco, che soddisfa il senso di pulizia che amano gli italiani, col calore del legno, capace di smorzare il candore imperante rendendo le stanze semplici, ma accoglienti. Minimalismo anche con la sedia policarbonato, Lucienne di BELLELLI: un unico stampo a iniezione di materia che strizza l’occhio al design anni ’50. E la poltroncina con braccioli La16, che rievoca lo stile Luigi XVI.

bellelli 1

Il legno a terra è un evergreen che continua ad essere desiderato e sempre più presente, prima temuto e guardato con sospetto, oggi invece si allarga dalla cucina fino alla zona giorno o al salotto senza interruzione, in tutte le soluzioni in cui la cucina si apre sul living. Un’evoluzione del tema rustico molto caro agli italiani che nel tempo si è mitigato fino a diventare solo un richiamo, o un colore. Ma nella casa dei sogni, il legno invade anche il bagno, anche se qui si osano materiali che esulano dalla classica palette neutra, con toni accesi e qualche volta colori scuri per le pareti.

La cucina continua ad essere la regina della casa: la soluzione più ricercata è quella dell’open space, uno spazio aperto che permette e agevola la comunicazione con la zona living. Anche chi desidera separare le due aree, lo fa scegliendo elementi divisori leggeri, come pareti in vetro e metallo, per non perdere quella continuità conviviale tra uno spazio e l’altro che per gli italiani è una vera necessità.

Il desiderio di novità varca la soglia delle stanze da bagno: i top in legno incuriosiscono molto, ma le preferenze si muovono ora verso lavabi fuori dal comune che necessitano di un piano di appoggio e sanitari con forme meno classiche. Elementi decorativi irrinunciabili sono piante e tessili eleganti, ideali per ricreare un ambiente caldo e accogliente.

bellelli 2

Siamo sensibili anche al fascino delle mansarde adibite a studio: poter godere di uno spazio appartato, ma allo stesso tempo parte integrante della casa, sembra un desiderio abbastanza diffuso. I tetti spioventi ricreano spazi molto suggestivi che li rendono unici e ricchi di fascino.

Infine, quello che sembra essere un vero must, è il terrazzo-salotto. Un outdoor arredato con divanetti e illuminazione in grado di diventare una stanza aggiuntiva, capace, nei mesi più caldi, di raddoppiare la zona living. Complice la preferenza per pavimentazioni naturali che permettono di muoversi a piedi nudi come in spiaggia, un vero sogno!