L’Elba nel piatto… e nel calice

Durante la stagione estiva, da aprile a tutto ottobre, le manifestazioni enogastronomiche nell’isola si succedono senza sosta e ogni occasione è buona per gustare le prelibatezze locali. Perché il gusto elbano è fatto di sapori antichi e particolari, variazioni speciali sul tema toscano…all’insegna della tradizione più pura.  C’è il dolce tipico, il corollo, che le innamorate donano agli spasimanti, la pasticceria secca inimitabile come la schiaccia briaca, ci sono i piatti poveri dei minatori che sono vere e proprie rarità tutte da gustare, i vini prodotti grazie ad un microclima unico… Sono ben 12 i vini doc che nascono da questa terra preziosa e accarezzata dal vento, tra cui spicca il celebre Aleatico dal sapore inconfondibile e amatissimo da Napoleone.  Negli ultimi tempi sono nati due birrifici locali, che producono bionde speciali, e il Consorzio di produttori d’olio dell’Elba. L’Agripesca di Marina di Campo riunisce invece i pescatori locali, facendo in modo che il pescato locale si possa trovare anche in loco. E questo è un “marchio di fabbrica” che garantisce l’altissima qualità della ristorazione all’Elba. Un mix sempre nuovo e sorprendente di sapori, sospesi tra terra e mare, che restituisce integro il senso di appartenenza forte e tutto il calore di un’isola unica.  Per informazioni: Apt Isola d’Elba tel. 0565.914671www.aptelba.itinfo@aptelba.it

SIMILAR ARTICLES