Make Up di primavera

Ecco, ci siamo, è ufficialmente iniziata la primavera, e anche se la stagione ancora non ci permette di indossare capi prettamente primaverili, il clima di rinnovamento è già entrato nel nostro animo e ci fa desiderare d’avere un viso più bello, pulito e radioso che mai. Via la grigia patina invernale dunque, abbasso il colorito spento, e per far questo di solito basta un buon esfoliante, qualche lampada o, meglio, qualche bella giornata di sole. Ma come dovrà essere il nostro nuovo make up di primavera? Le passerelle milanesi sono autorevoli anche in fatto di trucco e per la prossima stagione primavera/estate 2006 non c’è alcun dubbio: vince un look semplice e naturale, senza colori “eccessivi”, che dia l’apparenza quasi di un “non trucco”, bensì di un innato incarnato perfetto. Ma per avere un bel viso luminoso e senza imperfezioni, all’apparenza senza trucco, beh, ci vuole un trucco speciale! I fondotinta e le ciprie di nuova generazione dovranno essere rigorosamente della stessa tonalità della pelle. Abolito ed aborrito l’effetto “maschera” di visi troppo coloriti rispetto al resto dell’incarnato, l’unica concessione di colore è per un “nude look solare” che si può ottenere stendendo sul viso un fluido illuminante dorato insieme ad un fondotinta fluido per il contorno occhi. Per gli occhi, gli ombretti avranno i colori naturali dell’avorio, marrone, champagne, con un’unica eccezione concessa al blu; sì ad un tocco di matita nera, obbligatorio mettere il mascara. Le labbra preferiscono il gloss, che, per le sere d’estate, sarà paillettato o glitterato. Per quelle che proprio non sanno rinunciare al rossetto, sappiate che è di moda portarlo satinato. Non sempre è facile, però, realizzare un trucco perfetto, specie quando si va di corsa incontro agli impegni quotidiani. Per ovviare al problema, i ricercatori giapponesi hanno creato una nuova generazione di prodotti per il make up che hanno la caratteristica di migliorare l’applicabilità e la diffusione sulla pelle. Sono prodotti che contengono delle piccole sfere, di materiale plastico oppure minerali, che, scorrevoli come perle, ci regalano un make up davvero semplice da stendere e ci fanno dimenticare fondotinta appiccicosi o spiacevoli chiazze di ombretto sulle palpebre. L’effetto finale è quello di un trucco ben fatto, omogeneo, e di un viso vellutato, ma non solo: la forma sferica porta ad un particolare fenomeno di rifrazione della luce che tende a nascondere le imperfezioni e le rughette, regalando al viso una luminosità nuova ed un look estremamente naturale. Tutte a caccia di microsfere dunque, che potrete trovare, ad esempio, nella linea Chic di Collistar che comprende terra, ombretti e gloss facilissimi da applicare. Helena Rubinstein invece propone un fluido per il viso, Sheer Clone, che contiene microparticelle di madreperla; Estèe Lauder un fondotinta fluido in grado di catturare e diffondere la luce; Clinique una cipria luminescente, la Glow Crazy Loose Powder, e Deborah una polvere compatta illuminante color bronzo, la Wild Touch Highlighter. Ce ne sono per tutti i tipi di pelle e, soprattutto, per tutte le tasche. Sta solo a voi scegliere, in questa primavera/estate, il modo migliore per essere davvero radiose.