Nuove tendenze d’autunno: i leggins

Eccoci qui, quasi tutte alle prese col rientro in città, le giornate che si accorciano, chiaro segnale di un’estate ormai agli sgoccioli, e le vacanze che sembrano già un ricordo lontano. Stiamo per abbandonare, con qualche sospiro di malinconia, le amate leggere vesti estive ed è giunta l’ora di dare uno sguardo all’abito che verrà, e che già ci ammicca dalle vetrine, dove risaltano, in evidente contrasto con gli ultimi saldi sui capi estivi, i nuovi arrivi per l’autunno/inverno 2006/2007. Cosa ci aspetta dunque insieme all’imminente arrivo della prima aria fresca? Cosa ci sarà di nuovo nel nostro guardaroba? Tanto per cominciare una netta inversione di tendenza: da quest’autunno l’imperativo di stagione è “coprire le gambe”. Sì avete capito bene. Dopo avere lungamente esibito le vostre gambe per tutta l’estate, e anche negli scorsi inverni (ricordate quando gli stilisti, un poco crudeli in verità, insistevano sulla gamba nuda anche nelle stagioni fredde?), è giunta l’ora di coprirle, in vari modi, ma comunque coprirle. Cappotti, abiti e gonne prendono lunghezze fino alla caviglia, ma l’abito e la gonna possono essere anche mini purché la gamba risulti sempre ben coperta, da spesse calze, da stivali o…dai leggins! Eccola la novità, un grande ritorno direttamente dagli anni ’80, quando questo capo, che già allora suscitava odio e amore nel vasto pubblico femminile, era conosciuto col nome di “fuseaux”. E mentre il nome è caduto decisamente in disuso, il capo invece è risorto a nuova vita, nelle mille combinazioni proposte dagli stilisti durante le ultime sfilate, col nome di “leggins”. C’è da scommettere che anche questa volta le donne lo ameranno o lo odieranno, quest’indumento a metà tra la calza e il pantalone, talmente aderente da risultare comunque difficile da portare se non si hanno gambe lunghe e sottili, in una parola, perfette. Di solito proposti nel colore nero, sono abbinati nelle più svariate maniere. In passerella c’è chi li fa indossare alle proprie modelle sotto maxi pull (o mini abiti, secondo la prospettiva) di maglia, ma sono stati proposti anche sotto tailleurs e sotto vestitini stile anni ’60. Per Max Mara sono un capo quasi indispensabile, sotto tutti gli abiti della collezione, dall’abitino in lana alla mini gonna, passando per i lunghi cappotti, e pure la sera, portati con tacchi altissimi, sotto gli sfavillanti miniabiti di paillettes. Yves Saint Laurent li presenta con un elegante miniabito nero con cintura – fiocco in vita, indossati su stivaletti che arrivano appena alla caviglia. Versace ne propone una versione lucida sotto la minigonna, portata con alte scarpe di vernice nera, altra grande novità- ritorno della stagione che verrà. Color oro quelli presentati da Gai Mattiolo sotto i suoi mini abiti, mentre Missoni li propone caldi, in colore grigio chiaro sotto i maxi pullover dall’inconfondibile classica fantasia della maison. Ma si sono visti anche abbinamenti classici, come leggins – giacca di lana su camicia bianca. La scarpa da usare con i leggins? Non c’è una regola precisa: vanno benissimo le scarpe rasoterra, tipo ballerine, perfetti gli scarponcini, meglio ancora gli anfibi, ma gli stilisti prediligono ancora loro, le scarpe col tacco alto che, si sa, slanciano la gamba e alzano i glutei, e non è cosa da poco, se sulle nostre gambe ci sono un paio di leggins…