PANDA LIVE: QUANDO LA MUSICA AIUTA IL PIANETA

Fumisterie, la band scoperta dalla Fondazione Arezzo Wave, ha aperto il concerto con il sound innovativo che li caratterizza. La voce di Antonella Ruggiero, accompagnata dalla chitarra di Maurizio Colonna, e la musica etnica e mediterranea degli Agricantus hanno fatto il resto. La musica, dunque, complice nell’obiettivo è informare il pubblico sull’importanza di difendere l’ambiente e lottare per un equo sviluppo. Sì, perché i problemi del Continente africano sono molti. Dalla mancanza di accesso all’acqua alla malnutrizione e alla povertà, dalle carenze delle strutture sanitarie ai danni ambientai i causati dai consumi dei paesi ricchi. A rendere nota l’efficacia della strategia di cooperazione del WWF è lo studio Specie e lotta alla povertà che il WWF lancia oggi in tutto il mondo in occasione dell’apertura dell’ottava Conferenza delle Parti sulla Convenzione della Diversità Biologica a Curitiba (Brasile). Ai governi presenti il WWF chiederà infatti che i programmi di lotta alla povertà vengano integrati con progetti di conservazione delle specie. Il WWF è impegnato, ha spiegato Fulco Pratesi, Presidente del WWF Italia, in centinaia di progetti che promuovono la protezione ambientale insieme allo sviluppo delle popolazioni locali, primo fra tutti un grande piano che coinvolge gli undici Paesi del Bacino del Congo, cui e stato dedicato l’appuntamento del 30 marzo.” Gli artisti che hanno già risposto all’appello del WWF e il pubblico che sicuramente parteciperà alle serate del Panda Live contribuirà a sostenere il programma del WWF: proteggere l’ambiente attraverso la lotta alla povertà. teresa colavincenzo