Quel sorriso senza più segreti

“La Gioconda è senza dubbio il quadro più famoso di Leonardo da Vinci. Riprodotta milioni di volte, questo capolavoro è diventato il simbolo del genio artistico. Gli storici dell’arte sono d’accordo nel riconoscere in questo ritratto la fiorentina Lisa Gherardini, nata nel 1479 e moglie di Francesco di Zanobi del Giocondo. Molti artisti ne hanno fatto delle copie o si sono comunque ispirati ad essa per le proprie opere. Raffaello, per esempio, ha eseguito dei disegni e un quadro che ricordano da vicino La Gioconda. Ma il celeberrimo quadro di Leonardo da Vinci è sempre stato al centro di molteplici dibattiti soprattutto per il suo enigmatico sorriso. Ma chi è questa donna di cui tutti conoscono il volto, gli occhi e l’indecifrabile ghigno? I ricercatori e gli esperti d’arte si sono più volte chiesti cosa si nascondesse dietro quella espressione, ma fino ad oggi nessuna soluzione è stata scoperta. Ora però c’è una posizione scientifica da registrare e dalla quale – anche se stiamo parlando di un’opera d’arte – non si può prescindere. Alcuni ricercatori dell’Università di Amsterdam insieme ad altri dell’Università dell’ Illinois (Usa) hanno realizzato un software particolare che permette di decifrare gli stati d’animo delle persone. Il suo intento è quello di analizzare i principali tratti del viso e metterli in relazione con 6 emozioni di riferimento. L’obiettivo delle ricerca consiste nel facilitare il lavoro di psicologi e sociologi nella cura e nella prevenzione di disturbi psichici e al contempo riuscire a trovare delle plausibili risposte a dubbi che interessano gli studiosi d’arte sempre in cerca di nuove teorie per la spiegazione delle opere artistiche. I risultati dell’esperimento finora hanno dimostrato che il sorriso della Gioconda esprime all’ 83% la gioia, al 9% il senso di superiorità, al 6% la paura e al 2% la collera.