ROSE ROSSE E LIBRI A BARCELLONA

La Rambla, il lunghissimo viale alberato che congiunge la centrale Plaça de Catalunya al mare, si anima ancora il più il 23 aprile per un’occasione curiosa e molto sentita: la Festa di Sant Jordi (San Giorgio), che unisce romanticismo e cultura in una versione catalana di San Valentino. La gente passeggia tra stand di fiori e di libri, comprando rose e grandi classici o novità editoriali da regalare alla persona amata. Molti sono gli autori presenti che autografano volentieri le loro opere. Per scambiarsi la rosa rossa e il libro – magari brindando con una coppia di cava, lo spumante locale, e assaggiando delle tapas– lo scenario perfetto è la terrazza al sesto piano dell’Hotel Duquesa de Cardona con una vista fantastica sulla marina di Barcellona.

Ma come mai San Giorgio, da patrono della Catalogna, è diventato il santo degli innamorati? Il martire cristiano, morto in Cappadocia appunto il 23 aprile 303, deve la sua celebrità alla leggenda che narra abbia ucciso un drago per salvare una nobile fanciulla. Si dice che dal sangue del drago nascesse una rosa rossa. Nel Medioevo nacque l’usanza a Barcellona di visitare la Cappella del Santo nel Palazzo della Generalitat, dove si svolgeva una “feria de rosas” o “de los enamorados”. La tradizione di regalare un libro invece è più recente e risale agli anni Venti, quando lo scrittore ed editore valenziano Vincent Clavel Andrés propose all’Associazione degli Scrittori e dei Librai di Barcellona di dedicare un giorno alla promozione dei libri. Le due tradizioni si sono quindi congiunte, anche perché, tra l’altro, sia Miguel de Cervantes che William Shakespeare sono morti il 23 aprile dello stesso anno, il 1616. Questa iniziativa catalana ha acquisito tanta notorietà che, nel 1995, l’Unesco ha dichiarato il 23 aprile Giornata Mondiale del Libro e del Diritto di Autore.

Hotel Duquesa de Cardona

Passeig de Colom, 12, 08002 Barcelona, Spagna

Telefono: +34 932 68 90 90

info@hduquesadecardona.com Internet www.hduquesadecardona.com