Sandali: i gioielli dell’estate

Non si ha notizia precisa di quando nacquero le prime calzature. Già l’uomo primitivo proteggeva i piedi con le pelli degli animali uccisi, ma per una vera e propria calzatura bisogna arrivare all’uomo evoluto, e tanti e diversi furono gli usi e costumi che si avvicendarono nel tempo. Di sicuro nell’antichità si fece uso di sandali, o calzari. Tante e curiose sono le notizie giunte in merito dal passato. Rifacendoci alla storia della mitologia greca, per esempio, ricordiamo che il dio Mercurio aveva un meraviglioso paio di calzari alati…. I nostri stilisti non arrivano a tanto, ma per l’estate 2006 ci propongono dei veri e propri sandali gioiello, dai tacchi sottilissimi o grossi e squadrati, o con zeppe innovative, comunque altissimi. Abbondano i colori metallizzati e poi l’oro e l’argento, le decorazioni con pietre preziose e non (dipende dal prezzo), anelli, pon pon e fiocchi. Del resto date un’occhiata alla TV: è una continua passerella di sandali luccicanti, intarsiati e sapientemente intrecciati per esaltare l’effetto sexy del piede. Il tacco vertiginoso slancia la figura e regala un che di trasgressivo. Per portare sandali così, siete avvisate, occorre fare preventivi allenamenti dell’equilibrio e reiterate sedute dall’estetista, perché con i sandali-gioiello bisogna, naturalmente, esibire pedicure impeccabili. Ma rassicuratevi, per le più classiche, non mancano i modelli di pelle naturale e meno appariscenti. Quelli di Roccobarocco sono altissimi ed hanno la fascia dorata decorata con pietre colorate e la punta rivolta all’insù. Il colore dell’oro è il preferito anche da Angelo Marani, tutti a listini incrociati. D’argento allacciati alla caviglia sono quelli di Guess, mentre Cafè Noir propone una linea ispirata al folk con decori floreali fatti di voile. In versione oro o argento sono i sandali Amalfi di Giorgio Armani, con tacco alto realizzato in prezioso pitone, listini in punta e un lungo laccio alla caviglia. Da città invece è il modello presentato da Fratelli Rossetti, in pelle color testa di moro, inserti di tessuto, punta ornata da una placca di metallo e cinturino alla caviglia. Albano si sbizzarrisce con i modelli da sera: fascette tempestate di brillantini con sottopiede animalier, oppure pelle dorata metallizzata con listini sottili e applicazioni tempestate di cristalli, o pelle laminata verde su tacco a stiletto, o nero con swarovsky turchesi, fiocchetto in punta e braccialetto alla caviglia, o ancora brilla la fascia che poggia sul collo del piede e la chiusura è un delicato fiocchetto alla caviglia. Moschino Cheap & Chic propone il classico stiletto, ma con macro fascia in pelle con inserti in contrasto e applicazioni di metallo brunito. Macro fascia in punta e cinturini sul collo del piede e tacco a spillo anche per il modello di Alberto Guardiani, realizzato in vernice nera con piccolo plateau. Sexyssimi i sandali a tacco alto di Gucci realizzati in satin nero; un braccialetto alla caviglia con catene sottili decorato da una peonia smaltata e tempestato di Swarovski completa l’effetto mozzafiato. L’estroso Stuart Weitzman è capace di trasformare le sue creazioni in opere d’arte. Qualche esempio: il modello di nappa a listini sottili tempestati di brillantini ha un sottopiede di pelle laminata a contrasto e tacco sottilissimo, oppure il prezioso sandalo realizzato in pitone, fasce incrociate alla caviglia e tacco in contrasto in cuoio, o ancora un modello da sera in raso, punta decorata da gioiello in metallo dorato, cinturino al tallone e tacco a spillo, e un altro, sfavillante, in pelle e glitter con fascia in punta decorata da gioiello in metallo dorato e strass. E’ di seta nera col tacco il legno il sandalo di Roberto Cavalli, con braccialetto incrociato alla caviglia e fascia in punta con fiocco e anello in Swarovski. In raso con fibbia di camoscio è il sandalo dal tacco vertiginoso di Roger Vivier nei colori del bianco, marrone, turchese, beige, blu elettrico, cocco e blu notte. Ma se non volete proprio passare inosservate, scegliete il sandalo giallo acceso con applicazioni in pietra dura di Dior. Per le più sportive e scanzonate invece ci sono le linee pulite ed essenziali di Lacoste con il suo sandalo di gomma, macro fascia in tessuto, lunghi lacci per le caviglie e piccolo tacco in cuoio. O il modello Diesel realizzato in pelle bicolore, cinturino sottile alla caviglia e tacco in cuoio. E la scelta non si esaurisce certo qui, né per i modelli né per i materiali. Questa estate lasciate libera la fantasia e mettete ai vostri piedi un gioiello, se non il più prezioso, quello che vi piace di più!