SNEAKERS CULTURE: SPORT DA CITTA’

Le sneakers decisamente al primo posto! Le adoriamo… dopo viene il tacco…Sneakers, trainer, basket, ovunque nel mondo, qualunque sia il modo di chiamarle, non si può ignorare l’irresistibile ascesa di un oggetto dalle umili origini: le scarpe da ginnastica.

La voglia di collezionare sneakers, o meglio l’attenzione nei confronti della sneaker culture, si è progressivamente trasformata in un fenomeno di massa.  Entrando in  un  negozio di  calzature sportive  la  prima  cosa  che si nota è la varietà di scelta: modelli nuovi, i classici old skool, le serie limitate, i “pezzi rari”, declinati in una miriade di combinazioni cromatiche. Fuoriuscite dall’ambito sportivo le sneakers si sono imposte nella cultura popolare diventando un elemento base del modo di vestire. La sneaker culture ha derivazioni molto diverse: gli ambienti della musica punk e acid jazz, ad esempio, hanno fatto propri determinati stili. Da non trascurare anche il ruolo degli sport urbani o estremi come lo skateboard.

Ma qual è l’origine delle scarpe da ginnastica? In fatto di età anagrafica (1917) vanno di pari passo marchi molto noti. Del resto la vulcanizzazione delle suole è una tecnologia che esiste sin dal tardo Ottocento (le prime sneakers non furono altro che un modo per utilizzare i sopravanzi di gomma provenienti da altre linee di produzione). Da così umili esordi è scaturita un’industria che più di ogni altra nel comparto della moda  e delle calzature ha fatto proprie le tecnologie della gomma e della plastica. Oggi  bastano un paio di sneakers per entrare in un gruppo esclusivo, di cui fanno già parte modelle e fashion blogger.

Per questa ragione, HEY  DUDE ha declinato i suoi modelli in una aggiornatissima collection di sneakers, che tiene conto delle ultime tendenze. La forma è riconoscibile per lo stile particolare, ma i dettagli le fanno diventare un oggetto del desiderio.

Wendy

Come Wendy, suola leggerissima unita ad una tomaia in tela colorata, dall’aria un po’ vintage. Racconta di avventure, non solo urbane, Mistral Women con la tomaia a doppia maglia e la suola traforate: si asciugano velocemente anche dopo un incontro ravvicinato con l’acqua!

Mistral Women