(S)Vestiti d’estate

Prima di tutto, le gambe, vere protagoniste di stagione. Questa sembra essere la parte che sarà più scoperta durante l’estate 2006. Minigonne, short e mini abiti faranno la parte del leone nel nostro guardaroba. Per il mare ma anche per la sera. Perfino il tailleur quest’estate si coniuga col bermuda. Comodo ironico e pratico, al posto della gonna o dei pantaloni il nuovo tailleur estivo esibisce bermuda, pinocchietti e short e si adatta, con grande disinvoltura, sia alla città, che all’ufficio come pure al viaggio verso mete chic. Il punto vita viene sottolineato o dalla giacca sciancrata o da cinture glamour. Bottoni, borchiette, impunture a contrasto lo rendono particolare e va indossato con la t-shirt, o con la canotta o, ancora, con un top elegante. Ai piedi sandali bassi o infradito paillettate. Gli short tornano in auge. Sono sempre stati un capo “bollente” da quando la Mangano incantò tutti vestendo i pantaloncini da mondina in “Riso amaro”. Per non parlare di come li indossarono Marylin Monroe e Brigitte Bardot e dopo di loro un numero infinito di pin up. In Italia memorabile fu la campagna pubblicitaria dei jeans Jesus: l’immagine degli short con scritto “chi mi ama mi segua” divenne un cult. Per questa estate l’hot pants, per intenderci quello davvero micro, va per la maggiore, ma per chi non se la sente di indossarlo esistono anche lunghezze moderate come quelle proposte da Laura Biagiotti e Gucci, modelli che nascondono le curve, a palloncino, come quelli presentati da Byblos, Vivienne Westwood, Calvin Klein, e modelli più da città come quelli visti da Alexander McQueen, Etro e Sportmax. Se proprio non vi sentite a vostro agio negli short, sappiate che c’è anche una vasta scelta di mini abiti in questa stagione, bellissimi, seducenti e maliziosi. Inoltre il mini abito si adatta a tutte le occasioni ed a tutte le ore: potete andarci al mare, presentarvi ad un cocktail come pure trascorrerci una serata mondana. Le proposte sono tantissime: con o senza maniche, con o senza bretelline, in chiffon, in taffettà plissè, in organza di seta, impreziositi da microruches e da paillettes, date spazio alla fantasia. Da indossare con tacchi vertiginosi. I mini abiti di Blumarine sono impreziositi da pizzi, ricami, trasparenze e paillettes. Le scarpe, altissime, sono monocromatiche e decorate con perline. Il tutto portato con lunghe e importanti collane. Quelli di Calvin Klein sono d’organza di seta ricamata e paillettes, mentre Mariella Burani punta sul classico tubino nero strigato lateralmente e indossato su stivali maculati. Missoni propone un abitino stampato di chiffon di seta con microruches, Blugirl, che quest’anno opta per un look da cow girl con cappellaccio, veste la sua donna con un mini abito interamente di paillettes sfumate dall’argento all’oro. Anche la linea giovane di Roberto Cavalli, Just Cavalli, presenta un brillante mini abito color argento con stampe di simboli aztechi viola. In seta rigata con maniche a sbuffo è l’abitino proposto da Sportmax, come pure è rigato, in cotone a coste verde e viola, l’abito corto di Philosophy by Alberta Ferretti. Più rigoroso Burberry Prorsun presenta un mini abito stile impero in taffettà, mentre è elegantissimo lo chemisier in taffettà plissè creato da Rossella Tarabili per Anna Molinari. Scoprite le gambe dunque e ricordate che il tacco alto le farà apparire più lunghe e affusolate, mentre le ballerine, beh, vanno bene per le fortunate che hanno già gambe lunghissime e sottili.