TICINO: LA PRIMAVERA E’ ARRIVATA!

Sulle rive del lago Maggiore – da Tenero al Parco delle camelie di Locarno
Una delle passeggiate più amate che costeggiano il lago Maggiore è il sentiero panoramico lungo la sponda del Verbano che da Tenero porta a Locarno. Sul lungolago crescono numerose specie vegetali mediterranee e subtropicali provenienti da tutti i continenti. Tra le aiuole ben allestite e la vegetazione mediterranea, lungo il cammino, nei Giardini Jean Arp, si possono ammirare le sculture dell’omonimo artista.

Il messaggero indiscusso della primavera è la camelia. In questa stagione, il Parco delle camelie di Locarno, uno dei più grandi e dei più ricchi del nostro continente, offre uno spettacolo unico nel suo genere. Inaugurato nel 2005 in occasione del Congresso mondiale delle camelie, cinque anni più tardi ha ricevuto l’ambito riconoscimento Garden of Excellence dalla Società internazionale della Camelia. È inoltre parte della rete Gardens of Switzerland, che riunisce i più bei giardini. Su oltre 10’000 metri quadrati i visitatori possono ammirare quasi mille varietà diverse di camelie. Chi visita Locarno dal 21 al 25 marzo 2018 non dovrebbe inoltre lasciarsi sfuggire la rassegna Locarno Camelie, durante la quale al Castello Visconteo vengono esposte oltre 200 varietà di camelie, il tutto accompagnato da un programma di contorno culturale.

Gambarogno

Escursione primaverile in Gambarogno
Passeggiare tranquillamente sotto il sole primaverile ticinese ammirando i giardini profumati e in fiore delle ville, scoprire lo splendore del Parco Botanico Eisenhut e godersi la vista spettacolare sul lago Maggiore. Ecco cosa riserva la breve passeggiata di ca. un’ora e mezza sulla collina soleggiata del Gambarogno. Il sentiero inizia dal porto di San Nazzaro e conduce ad alta quota in direzione di Vairano. Dopo una pausa presso il Ristorante Gambarogno, vicino a Vairano, vi è l’occasione per una visita del Parco Botanico Eisenhut.

A metà degli anni 1950, l’amante delle piante e vivaista Otto Eisenhut ha allestito con tanta dedizione e abilità un fantastico giardino botanico su una superficie di 17’000 metri quadrati sulla terrazza collinare tra Vairano e Piazzogna, parco oggi gestito dal figlio Reto. Da metà marzo a metà maggio è il periodo in cui il Parco Botanico Eisenhut sfoggia i colori più sgargianti. Con 950 specie e varietà di camelie e 800 diverse magnolie, azalee, peonie e rododendri, durante la visita del parco vi sono sempre nuovi fiori da scoprire. Di ritorno sul sentiero principale, la passeggiata continua verso Piazzogna e Fosano, da dove inizia poi la discesa verso il porto di Vira.

E per dormire, dai un’occhiata al sito scambio casa Guest to Guest.