DOLCE NATALE A VIENNA

vienna

Cosa farebbe oggi Sissi  a Vienna? Si, proprio lei: l’imperatrice Sissi che, a distanza di secoli, è sempre nei nostri cuori. Lei fashionista, con quelle stelle-gioiello nei lunghi capelli, che arrivò in città a 16 anni, giovanissima sposa dell’imperatore Francesco Giuseppe (era il 1854). Quasi una Cenerentola prigionera dei fasti della corte, grande viaggiatrice e supersportiva: nelle sue stanze dorate alla Hofburg, la residenza imperiale, si possono ammirare i suoi abiti e gioielli.

vienna

Forse oggi Sissi scapperebbe da uno dei tanti balli che deliziano i viennesi. Indosserebbe una giacca da biker sul suo abito glitter e andrebbe, naturalmente in incognito, in una delle tante psticcerie rétro che affascinano i visitatori. Sì, perché Vienna è una città d’antan e al tempo stesso cosmopolita. Da scoprire lungo questo breve itinerario in cui il filo conduttore è la dolcezza.

Partiamo dal Grand Ferdinand, che si trova sul Ring: il bistrot Gulasch & Champagne e il ristorante dove assaggiare ricette viennesi dimenticate, compreso il sorbetto preferito da Sissi, che profuma di viole. Seduti sulle mitiche sedie Thonet, sotto un soffittoo ornato con candelabri della storica maison di cristalleria Lobmeyr.

vienna

A pochi passi dal Grand Ferdinand c’è il Caffè Imperial, dove è d’obbligo ordinare la Imperial Torte, a base di cioccolato, mandorle e marzapane. E la Sacher? Andate a colpo sicuro: al Café Sacher ne potete comprare una e portarvela a casa, nell’iconica scatola di legno col marchio a fuoco. A casa? Sì, quella che avete scambiato con la vostra grazie a Guest to Guest, piattaforma di scambio casa. Per realizzare i vostri sogni. A Vienna!