Mai come in questo periodo, lo smart working è un tema così attuale e sentito. La situazione che stiamo vivendo in queste ultime settimane ci ha costretti infatti a cambiare radicalmente le nostre abitudini, anche lavorative.

Ecco cinque linee guida da adottare per ricreare a casa la postazione lavorativa perfetta, sfruttando al meglio l’ambiente circostante:

  • Ricrea il tuo equilibrio: Optare per una buona luce naturale, limitare i colori saturi e il total white, scegliere materiali naturali e, quando possibile, inserire intorno alla scrivania o sul tavolo da lavoro un tocco di piante sempreverdi.
  • Gioca di incastri intelligenti: Che si tratti del sottoscala, di un sottotetto dimenticato o di un angolo inutilizzato in camera da letto, giocare di incastri non solo ti sarà utile, ma donerà nuovo carattere alle mura domestiche. Il tocco in più? Rendere lo spazio personale, con oggetti significativi e personale.
  • Se la situazione è momentanea, opta per la semplicità: Preferite una soluzione semplice, dotata del minimo necessario e, soprattutto, facile da montare e smontare all’occorrenza. Un aspetto importante da tenere in considerazione è quello della vicinanza con le prese elettriche: scomode prolunghe e cavi sparsi sul pavimenti creano solo disordine!
  • Favorisci la concentrazione: È necessario stabilire due regole fondamentali: mantenere la postazione sempre ordinata e sgombra da elementi estranei al proprio lavoro, e favorire la privacy. Come delimitare allora lo spazio di lavoro? Con carte da parati utilizzate, pareti in vetro trasparente usate come separè, o semplicemente tappeti che delimitano l’area.
  • Siediti comodo: Le sedie da ufficio ben progettate evitano il sopraggiungere di mal di schiena e cervicale. Per tutte le volte invece che desideri prenderti un momento di svago, le sedute sospese sono un ottimo elemento ludico per rilassarsi e far affiorare pensieri creativi!