SULLE STRADE DELL’ARGENTARIO

Chi da ragazzo non ha guidato una vespa o un vespone? Classico mezzo di trasporto a due ruote negli anni del boom economico italiano degli anni Sessanta e Settanta, conta ancora moltissimi appassionati che amano radunarsi per scorrazzare insieme in allegria e con un pizzico di nostalgia sulle strade italiane. Fervono i preparativi per il raduno degli amanti della Vespa Piaggio il prossimo 30 giugno sulla Costa d’Argento, in Toscana, fra Orbetello ed il Monte Argentario.

Questo splendido territorio è tutto godibile in auto, moto o anche in bicicletta. E per dormire? Basta consultare il sito di scambio casa HomeExchange.

La costa e il mare rappresentano, sicuramente, il punto di forza della Costa d’Argento. I chilometri che si estendono da Talamone fino al litorale di Capalbio, al confine laziale, sono fra i più belli della Toscana. La costa si presenta varia, con lunghi tratti sabbiosi intervallati da scogliere aspre e piccoli anfratti deliziosi. Al centro della Costa d’Argento è il Promontorio dell’Argentario, la cui costa è quasi interamente rocciosa con scogliere a picco sul mare che celano cale e piccoli tratti sabbiosi di particolare bellezza. Proseguendo verso Nord, si trova il Tombolo della Giannella; otto chilometri di spiaggia con alle spalle un’ampia pineta. La foce del fiume Albegna segna la fine del Tombolo della Giannella e l’inzio del tratto costiero che, dall’Albinia prosegue fino Talamone.