Un “colpo” da 85 milioni di euro, il più grosso nella storia della Francia, tutto in diamanti, anelli, collier, parure ed orologi, è stato messo a punto nella filiale di rue Montaigne della gioielleria americana dei Vip, Harry Winston, sita nel cosiddetto “Triangle d’Or” della Ville Lumiere, tra gli Champs Elysees e Place Vendome. È accaduto giovedì pomeriggio, intorno alle 17, quando quattro uomini, due vestiti da donna, hanno preso d’assalto la celebre gioielleria, quella dove Richard Burton ha comprato l’anello di fidanzamento per Elisabeth Taylor, e che ha visto, tra i suoi storici clienti, Jackeline Kennedy e lo Shah di Persia, nonché recentemente il presidente francese Sarkozy per scegliere il noto anello di Carla Bruni: un’azienda nota, quindi, nel settore, anche per le sue creazioni di alta oreficeria, un tradizionale polo di attrazione per lo shopping del “jet-set internazionale”.  I quattro “Lupin”, armati, sono entrati senza problemi nel negozio, hanno disposto in un angolo i clienti e sottratto il megabottino, senza sparare alcun colpo, né danneggiare la vetrina, fuggendo con la refurtiva e dileguandosi nel traffico.  I testimoni hanno riferito: i rapinatori “conoscevano i nomi di alcuni dei dipendenti della gioielleria ed i siti dove i preziosi non in vista erano custoditi”.