TESTE DI FANTASIA DEL SETTECENTO VENEZIANO

La mostra, a cura di Giuseppe Pavanello e Renzo Mangili, vede esposta una serie di teste di fantasia o teste di carattere, opere di numerosi artisti attivi a Venezia nel Settecento: circa trenta tele, parte di una collezione omogenea costituita tra la fine del Seicento e fine Settecento che formava il singolare parato decorativo di una sala del Castello di Somma Lombardo (in provincia di Varese), proprietà dei Visconti di Modrone. Il nucleo più consistente è stato recentemente ritrovato, ancora indiviso, in una collezione privata, mentre il resto è stato pazientemente rintracciato in altre ubicazioni, anche museali. Emblematico il caso di uno dei Tiepolo della serie, il Ragazzo con libro del Museum of Art di New Orleans, scorporato dall’insieme all’inizio del Novecento e, fino a ieri, unico titolo noto. La collezione del Castello di Somma Lombardo ha una peculiarità: il committente fece ricorso, per il suo programma intitolato alla ‘testa di fantasia’, ad artisti a lui contemporanei, diversi per stile e per fama, ma tutti attivi nella capitale della Serenissima. Il puro elenco degli artisti, presenti nella serie Visconti con una o più opere ed esposti a San Vio, suggerisce l’importanza storica ed estetica del florilegio: Pietro Bellotti, Sebastiano Ricci, Silvestro Manaigo, Bortolo Litterini, Antonio Pellegrini, Girolamo Brusaferro, Santo Piatti, Nicola Grassi, Francesco Polazzo, Giambattista Piazzetta, Egidio Dall’Oglio, Giuseppe Nogari, Giambattista Pittoni, Gaspare Diziani, Bartolomeo Nazzari, Giambattista Mariotti, Felicita Sartori, Nazario Nazzari, Mattia Bortoloni, Giambattista Tiepolo, Giacomo Ceruti, Pietro Longhi, Giambettino Cignaroli, Francesco Fontebasso, Jacopo Marieschi, Domenico Maggiotto, Giuseppe Angeli, Alessandro Longhi, Giambattista Mengardi, Francesco Maggiotto, Giuseppe De Gobbis, Saverio Dalla Rosa. La mostra Teste di Fantasia del Settecento Veneziano ricostruisce quindi il prezioso ciclo disperso e fornisce l’occasione per approfondire un capitolo poco sondato dell’arte settecentesca. Teste di Fantasia del Settecento Veneziano Dal 9 settembre al 22 ottobre 2006 Orari di apertura: Tutti i giorni 10.00-13.00 e 15.30-18.30. Chiuso il lunedì Ingresso alla Galleria di Palazzo Cini: Intero ? 6.50 Ridotto ? 5.50 (studenti fino ai 26 anni; over 65; residenti del comune di Venezia; titolari Venice Card) Catalogo: Marsilio Editori La mostra Teste di fantasia del Settecento veneziano è stata organizzata con il sostegno della Regione del Veneto. Informazioni: Istituto di Storia dell’Arte Fondazione Giorgio Cini tel. 041 2710230 fax 041 5205842 arte@cini.it www.cini.it